Dicono di Noi

dal Blog Apron & Sneakers di

 

Host Restaurant in Fiumicino (Rome), Italy

 

 

Mentre stavo camminavo, giusto dietro l'angolo dell'edificio, mi sono trovata a guardare attraverso le grandi finestre e la mia attenzione fu catturata dal un numero di tavoli e sedie accumulate all'interno del locale. La mia ipotesi era corretta... un ristorante sta prendendo forma! Ritornando a quell'angolo qualche giorno dopo, ho finalmente scoperto il "volto" finale del ristorante. Era immacolato con l'odore del legno nuovo che leggermente permeava la stanza. Delle tavole di legno donano al soffitto bianco un bel "tocco" mentre le finestre danno un sacco di spazio e illuminano il locale con una bellissima luce naturale. È decorato con semplicità e raffinatezza con tonalità bianche, grige e nere.

 

Ho lasciato allo Chef Alessandro Capponi e alla disponibilità dei suoi ingredienti freschi la scelta delle pietanze, optando per la degustazione di pesce a sei piatti (è disponibile anche una "versione" vegana) per poter meglio comprendere finestra di il concetto della sua cucina. Sono arrivati una serie di piatti ben preparati, una sorpresa continua per il palato grazie alla scelta delle combinazioni dei sapori. È stata una meravigliosa scoperta gastronomica a Fiumicino dove la qualità è al centro dell'attenzione.
Qualche giorno dopo sono tornata per un pranzo veloce ordinato alla carta. Come la prima volta i piatti hanno mostrato una consistenza e un'elaborazione frutto del lavoro e dell'eccellenza. Oltre alle voci del menu, Alessandro propone altre piatti basati sul "pesce della giornata". Infatti la sua linea è quella di mantenere la freschezza e qualità seguendo sempre le materie prime della stagione, incluso il pesce. [leggi tutto...]

 

Rivista QFiumicino

 
Si chiama Host il nuovo ristorante, con vista sul palazzo comunale, aperto dalla metà di Aprile a Isolato Stazione, quartiere chesta acquisendo una nuova centralità nell’ambito cittadino e che a soli due mesi dall’apertura viene menzionato nella guida del Gambero Rosso. Host nasce per una precisa scelta di Alessandro Capponi, chef che ha maturato una lunga esperienza accanto a grandi nomi,tra cui Giovanni Fella, il suo mentore, al ristoranteUlivetodeICavalieriHilton. “Negli ultimi tre anni ho accettato la sfida di gestire la cucina del ristorante Rainbow Cafè - spiega Alessandro - dovendomi confrontare non solo con le problematiche legate ai fornelli ma anche al rapporto con i fornitori, comprendendo a pieno l’importanza della scelta dei prodotti e della loro qualità. Tutte queste esperienze e la voglia di mettermi in gioco mi hanno portato a creare Host, che non è solo un ristorante ma il mio modo di vedere la cucina”. Pensato e progettato dall’architetto Andrea Corsetti, Host si distingue dal primo impatto per l’ambiente raffinato e accogliente (con vista molto suggestiva della sala anche dall’esterno grazie alle ampie vetrate). Impressione che trova immediata conferma nella cortesia ed efficienza del servizio curato in modo impeccabile dalla moglie Francesca.